Ludovica Alberti

LUDOVICA ALBERTI, violinista, nata a Roma, inizia lo studio del
violino all’età di 12 anni e i rapidi progressi la portano molto presto a
collezionare successi nell’ambito di concorsi nazionali. Comincia, all’età
di 13 anni, il suo percorso al Conservatorio di S. Cecilia di Roma, dove,
dieci anni dopo, si diploma sotto la guida di Pasquale Pellegrino.
Prosegue la sua formazione partacipando a numerose masterclass con
violinisti di chiara fama come Ilya Grubert, Ettore Pellegrino, David
Romano, Felice Cusano, Roberto Gonzales, Roman Simovic, Gordan
Nikolitch, Boris Garlistky.
Da sempre impegnata con l’attività orchestrale, ha collaborato con molte istituzioni italiane tra cui
l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orcherstra Cherubini, l’Orchestra Giovanile Italiana,
l’Orchestra del Teatro Marrucino, e straniere, come la Camerata La Loingtaine, l’Ensemble
Monceau di Parigi, l’Orchestre Symphonique et Lyrique de Paris, la Young Musicians Symphony
Orchestra di Londra, sotto la direzione di maestri del calibro di Riccardo Muti, Donato Renzetti,
Dario Lucantoni, Gianna Fratta, Pascal Rophé, Alexander Lonquich, Wayne Marshall; esibendosi
in prestigiose sale da concerto tra cui il Parco della Musica di Roma, il Teatro Carlo Felice di
Genova, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Le Chateau de Fontainebleau, la Konzerthaus
di Berlino, il Grand Théatre de Provence.
Contermporaneamente al lavoro in orchestra prosegue sempre la sua formazione frequentando
corsi di specializzazione quali il corso di formazione orchestrale della Scuola di Musica di Fiesole
in cui studia per due anni prendendo parte all’Orchestra Giovanile Italiana; il corso di
perfezionamento di violino presso la Schola Cantorum di Parigi dove studia per tre anni col
violinista Patrice Fontanarosa diplomandosi col massimo dei voti; il corso di musica da camera
nella stessa scuola con il violinista e direttore d’orchestra Jean-Pierre Wallez, conseguendo, dopo
due anni, il Diplome Supérieur de Musique de Chambre con il massimo dei voti.
Da sempre appassionata anche alla musica d’insieme si è esibita in concerto con diverse
formazioni: primo violino in quartetto, in quintetto, sestetto ed ultimamente suona stabilmente in
Trio col quale si perfeziona con il pianista Bruno Canino.
Di madrelingua italiana, parla fluentemente inglese e francese.