Luigi Restivo

L'esperienza artistica che ho accumulato va dal canto alla recitazione. Ho studiato con Rosalba Lazzarotto (Jazz), Fulvio Tomaino (soul e blues), Paola Neri (vocal coach Notre Dame de Paris, Tosca di Lucio Dalla, Dracula della PFM), Fabrizia Barresi con la quale studio tutt'ora interpretazione, armonia ed improvvisazione, Marco Morbidelli (docente Bsmt di Bologna)  per il canto nel musical theatre, Marilena Gatti (docente conservatorio di Latina) per il canto lirico e Raffaella Misiti e Melania Maggiore con le quali sto perfezionado gli studi. Approfondisco gli studi legati alla voce nel musical theatre con i docenti dell’“American Musical Theatre Academy” di Londra.

Segue seminari tenuti daMaria Pia De Vito e Silvia Mezzanotte.

In possesso dell’attestato Voicecraft "CFP", che riconosce la messa in pratica delle figure obbligatore facenti parte del metodo. Laureando in Canto Pop presso il Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone.

La formazione musicale continua studiando pianoforte complementare, teoria e armonia con Fabrizio Pieroni.

Iniziano poi anche i progetti musicali con vari gruppi vocali sperimentali e una formazione composta da chitarre, percussioni, violino, contrabbasso e voce dal titolo CANTO-AUTORI, con la quale reinterpreto i brani dei maggiori cantautori italiani (www.canto-autori.com). Come attore ho frequentato la scuola Auroville diretta da Augusto Zucchi, e corsi e laboratori tenuti da Beatrice Bracco e Mario Grossi (Centro Sperimentale di Cinematografia). In questi dieci anni ho lavorato in Musical importanti come "Jesus Christ Superstar" e "Reefer Madness" (musical off-broadway rappresentato per la prima volta in italia), ma anche testi di prosa che vanno da Ionesco (in una rielaborazione dal titolo "Ionescando") fino a Goldoni (L’impresario delle Smirne) e Shakespeare ("Riccardo III"), passando anche tra testi inediti come "Delitto in palcoscenico", "Il codice Sacripante", "Love's Anatomy" e molti altri....

Diventa vocal coach di tre nuove band romane emergenti, "i Sensuth", i "Montreal" prodotti dai Velvet e i “The Wir”.